Comunicato: Dopo l’approvazione dei Lavoratori lo Snater firma il Contratto

 

Comunicato: Dopo l’approvazione dei Lavoratori lo Snater firma il Contratto

 

DOPO L’APPROVAZIONE DEI LAVORATORI
LO SNATER FIRMA IL CONTRATTO

Oggi 11 aprile 2018 lo SNATER ha sottoscritto il Contratto Collettivo di Lavoro dopo aver valutato il risultato del Referendum dell’8 e il 9 marzo che ha approvato, anche se di misura, l’ipotesi contrattuale del 28 febbraio 2018.

Proprio lo SNATER al momento della individuazione delle nuove regole sulla Rappresentanza Sindacale (siglate a luglio/settembre 2015 e febbraio 2016) ha preteso il Referendum quale strumento democratico per l’approvazione del contratto, cosa che è risultata utile rispetto ad una trattativa contrattuale non pienamente condivisa.

Quindi le regole sulla Rappresentanza Sindacale del Testo Unico hanno stabilito le modalità della firma del rinnovo contrattuale che deve avvenire “previa consultazione certificata delle lavoratrici e dei lavoratori a maggioranza semplice” (accordo 18 febbraio 2016) e a tale regola lo SNATER si è attenuto.

Con la sottoscrizione del CCL non vengono meno le criticità e le negatività evidenziate dallo SNATER, criticità che hanno indotto 3100 Lavoratrici e Lavoratori (il 42% dei votanti) a non riconoscersi nell’ipotesi contrattuale.

Inoltre il CCL stabilisce impegni da ambo le parti cadenzati con una serie di incontri e scadenze fino al 31 dicembre 2021.

Lo SNATER esprime apprezzamento per l’apertura al dialogo del Direttore Generale che, dopo il referendum, ha auspicato la ricomposizione della frattura tra lavoratori e sindacati rispetto alle modifiche che il nuovo CCL ha prodotto.

Consapevole di questa frattura la Segreteria Nazionale dello Snater ha inviato, contestualmente alla firma del CCL, una lettera alla Rai in cui si chiede l’interpretazione di alcuni punti ritenuti contraddittori al fine di ripartire almeno nella chiarezza.

Molte sono le tappe decisive di confronto che il rinnovo del CCL fissa (PdR, Welfare, Appalti, crescite professionali, ecc.).

Lo SNATER sarà al tavolo di trattativa con competenza e senso di responsabilità informando i lavoratori, come sempre, sullo stato degli incontri che rischiano, se lasciati a chi ragiona a colpi di maggioranza, di creare altre fratture dannose e certamente non necessarie per le Lavoratrici ed i Lavoratori di tutto il gruppo RAI.

Roma, 11 aprile 2018

La Segreteria Nazionale


powered by phpList 3.3.1, © phpList ltd

Hits: 19