FATTI CONCRETI contro il DL 66/2014

INIZIATIVE SNATER CONTRO IL d.l. 66/2014

La Segreteria Generale e la Segreteria Nazionale dello SNATER, in data odierna, hanno dato formale mandato al
costituzionalista Professor Michele Ainis (http://it.wikipedia.org/wiki/Michele_Ainis), di formulare un parere pro
veritate sull’eventuale incostituzionalità del d.l. 66/2014, ed in particolare degli artt. 20 e 21, Decreto che mina
pesantemente il presente e il futuro della Rai quale concessionaria di Servizio Pubblico.
Di seguito il mandato conferito dallo SNATER al costituzionalista Ainis, nonché Direttore dell’ISLE (Istituto per la
documentazione e gli Studi Legislativi sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica).
Lo SNATER, nella persona del suo legale rappresentante Claudio Baldasseroni, conferisce mandato al prof.
Michele Ainis di formulare un parere pro veritate atto a individuare tutti gli eventuali profili di incostituzionalità
presenti nel d.l. 66/2014, con particolare riferimento agli articoli 20 e 21ed alla:

• non corresponsione alla RAI spa di parte del canone radiotelevisivo per l’anno 2014, nella misura di 150 mln di
euro
• cancellazione dell’obbligo, da parte della RAI, di presidiare il territorio con sedi Regionali per ogni Regione
• possibilità concessa a RAI di vendere in un primo momento una quota minoritaria della consociata RaiWay e
successivamente di alienare l’intera proprietà conferendo potere al Presidente del consiglio dei ministri (su
proposta del ministro dell’economia e delle finanze, d’intesa con il ministro dello sviluppo economico) di
individuare, con apposito decreto, le modalità di alienazione.

 

Leggi il Comunicato Iniziative Snater contro il d.l.66.2014

Hits: 0